Lettura abusiva Lire 10

un blog di Alessandro Nasini

Fa caldo. Per noi uomini di più. Molto di più.

Oggi un amico su Facebbok si lamentava del fatto che noi uomini d'estate siamo discriminati, costretti a vestirci con capi pensati per tutto tranne che affrontare il caldo.

Concordo e sottoscrivo: sono anni che sogno di poter passare - come look estivo - a comode ed eleganti sahariane e scarpe da deserto.

Avete mai pensato a quanti strati di tessuto compongono il collo di una camicia da uomo? Velo dico io: almeno sei. Se poi aggiungiamo la cravatta, gli strati diventano ben 9.

Nove strati di tessuto, spesso con tre strati di materiale sintetico (il rinforzo del collo della camicia e l'anima della cravatta) stretti intorno al collo di noi poveri maschi. E dovremmo continuare a ragionare in modo sensato e voler bene alla nostra collega in canottierina di seta seduta allo stesso tavolo da riunioni?

Noi uomini non siamo così santi :-D

 

Fa caldo. Per noi uomini di più. Molto di più.

Oggi un amico su Facebbok si lamentava del fatto che noi uomini d'estate siamo discriminati, costretti a vestirci con capi pensati per tutto tranne che affrontare il caldo.

Concordo e sottoscrivo: sono anni che sogno di poter passare - come look estivo - a comode ed eleganti sahariane e scarpe da deserto.

Avete mai pensato a quanti strati di tessuto compongono il collo di una camicia da uomo? Velo dico io: almeno sei. Se poi aggiungiamo la cravatta, gli strati diventano 9.

Nove strati di tessuto, spesso con tre strati di materiale sintetico (il rinforzo del collo della camicia e l'anima della cravatta) stretti intorno al collo di noi poveri maschi. E dovremmo continuare a ragionare in modo sensato e voler bene alla nostra collega in canottierina di seta seduta allo stesso tavolo da riunioni?

Noi uomini non siamo così santi :-D

 

Fa caldo. Per noi uomini di più. Molto di più.

Oggi un amico su Facebbok si lamentava del fatto che noi uomini d'estate siamo discriminati, costretti a vestirci con capi pensati per tutto tranne che affrontare il caldo.

Concordo e sottoscrivo: sono anni che sogno di poter passare - come look estivo - a comode ed eleganti sahariane e scarpe da deserto.

Avete mai pensato a quanti strati di tessuto compongono il collo di una camicia da uomo? Velo dico io: almeno sei. Se poi aggiungiamo la cravatta, gli strati diventano 9.

Nove strati di tessuto, spesso con tre strati di materiale sintetico (il rinforzo del collo della camicia e l'anima della cravatta) stretti intorno al collo di noi poveri maschi. E dovremmo continuare a ragionare in modo sensato e voler bene alla nostra collega in canottierina di seta seduta allo stesso tavolo da riunioni?

Noi uomini non siamo così santi :-D

 

Addio Roma2024

E così, con motivazioni che ritengo insostenibili sotto ogni aspetto, arriva la notizia che la candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024 verrà ritirata.


Un altro sogno svanito, un'altra occasione di provare ad essere una città normale persa a tavolino.

Molte cose da aggiustare, per costruirne altre.

Primo giorno di vacanze. Vacanze mentali soprattutto, che userò per aggiustare parecchie cose (non solo in senso metaforico) e progettarne e costruirne molte altre.

Vacanze cominciate andando al mercato, arrivandoci con calma quasi a mezzogiorno. Ho comprato molta frutta a pochi euro e degli sgombri fantastici a 3 euro al kilo che deciderò tra poco se fare alla griglia o bolliti (e poi sott'olio). Per me è un lusso vero andare al mercato, prendermi il tempo per guardare i banchi, tornare indietro per delle albicocche già viste più belle delle successive, una lattuga con una forma che mi piaceva di più. Impiegare quasi due ore, scambiando una chiacchiera ed una battuta con ognuno dei banchi dove ho comprato qualcosa.

Il proprietario del banco del pesce - che ad agosto sarà aperto, evviva, posso tornarci per tutte le vacanze - mi ha raccontato tutto di due pesci che non avevo mai visto prima. Dove ho comprato delle spettacolari pannocchie da arrostire me ne hanno scontata una su 6, di loro iniziativa. Al banco della merceria ho comprato per 4 euro un set di aghi da calzolaio con i quali aggiusterò le mie scarpe da barca preferite da più di 15 anni, che la marca con l'albero ha follemente deciso di non produrre più.

Penso proprio che domani farò il calzolaio. Già so che sarà fantastico.